Siti web aziendali: perché spesso non funzionano?

realizzare siti web aziendaliNon è un segreto che dopo l’entusiasmo iniziale di fine anni 90, quando le aziende si affacciavano speranzose al misterioso mondo dei siti web, la fiducia verso il business online ha via via lasciato il posto alla delusione ed allo scetticismo.

“Un investimento infruttuoso”, questa la conclusione a cui sono arrivati molti imprenditori dopo aver speso cifre anche considerevoli ed aver raccolto poco o nulla. Non è un caso che il mercato del web abbia conosciuto una contrazione nei prezzi di un fattore 10 nell’arco di un decennio (ricordate quando la tecnologia flash costava 1 milione di lire a pagina?) e che a tutt’oggi solo un quarto (!) delle piccole e medie imprese italiane abbiano un sito internet.

Ammettiamolo, sono dati che lasciano poco spazio ai giri di parole: si tratta di un sostanziale fallimento delle politiche web, le cui cause sono molteplici e da ricercarsi in ogni direzione. Infatti, gli attori del fiasco digitale sono due, i clienti (aziende, professionisti, ecc.) ed i fornitori (web-agency, studi grafici, ecc.), e senza far torto a nessuno nonché fare d’un erba un fascio, possiamo salomonicamente dire che hanno entrambi contribuito in egual misura.

Da un lato le aziende hanno affrontato il web alla garibaldina, senza obiettivi e strategie ben definite: il sito andava fatto perché ce l’aveva il concorrente, doveva essere costruito in modo da piacere all’imprenditore e non agli utenti, le funzionalità implementate seguivano la moda e non le necessità, e così via seguendo una sorta di vademecum glamour per il disastro virtuale.

Dall’altro lato, è innegabile che le web-agency siano state per lo meno vaghe, nelle loro consulenze, nell’affrontare coi clienti le tematiche relative alla pianificazione delle attività in rete ed alla loro integrazione coi processi interni all’azienda, soprattutto perché, a ragione o a torto, non ritenevano fosse compito loro verificare se i clienti sapevano cosa stavano facendo mentre chiedevano un preventivo per i loro siti web.

E così si è assistito al proliferare di siti web soprammobile (belli ed inutilizzati), siti web isola-sperduta (sconosciuti ed irraggiungibili), siti web rebus (enigmatici e misteriosi): se vi è mai capitato di entrare in un portale e leggere news ferme a 5 anni prima, o di non capire di chi fosse o di cosa parlasse, oppure di riempire un modulo informativo e non avere risposta, sapete di cosa stiamo parlando…

Siti Web: e adesso che si fa?

La risposta è semplice e perentoria: bisogna cambiare per non morire. Per sopravvivere ai cambiamenti epocali tutte le specie si evolvono per adattarsi a nuove situazioni ed ambienti, e la specie Azienda non fa eccezione!

Le aziende devono assolutamente cambiare il tipo di approccio al business in rete, perché finora è stato tutto fuorché business. Il sito web non è un insieme di pagine consultabili online: è un vero e proprio progetto, che va analizzato, pianificato, integrato con le attività tradizionali, ed a cui va dedicato tempo e risorse.

Strategia, tecnologia e gestione (quest’ultima intesa come capacità di indirizzare e controllare le modalità di utilizzo delle tecnologie per raggiungere gli obiettivi) sono i tre concetti chiave che devono guidare le politiche aziendali per superare l’impasse, sfruttare la crisi come momento di opportunità per superare l’immobilismo tecnologico, e recuperare lo spazio ed il tempo perduti.

Qual è la tipologia di utenti da trasformare in clienti, quali gli obiettivi che ci siamo prefissati, le strategie individuate per per raggiungerli, le tecnologie di implementazione e di controllo? Se non si risponde in maniera chiara e precisa a queste quattro domande fondamentali, il rischio di fallire è troppo alto per giustificare l’investimento.

L’imprenditore sa bene che è sempre una questione di scelte, e che sbagliare è umano.
Ma perseverare a farsi del male… è inutile.


Altri articoli sull’argomento creare siti web aziendali
» Top 15 Most Popular Business Websites
» What makes a good business website?

Caricando...