Sito web: di preciso, cosa vuoi?

Cosa fare per chiarirsi le idee sul sito web prima dell’incontro con gli uomini dell’Agency

Quasi tutte le aziende, artigiani, commercianti e professionisti in genere hanno ormai da tempo compreso che avere il sito web può essere importante, ma spesso una volta deciso di “andare online” tutto ciò che fanno è contattare una web agency per fissare un incontro.

Che c’è di strano? A prima vista forse nulla, ma in realtà poi si scopre che è il modo sbagliato di iniziare ad affrontare le cose.creazione sito web riunione Capita sovente di sentire web agengy (software house, studi grafici, ecc.) lamentarsi, più o meno a bassa voce, del fatto che le aziende si presentano del tutto o quasi impreparate agli incontri: non sanno esattamente cosa vogliono, e soprattutto perché lo vogliono…
Può addirittura accadere che inizino discussioni interne all’azienda nel bel mezzo della riunione, perché non è chiaro dove si vuol arrivare e/o come ci si voglia arrivare.

Nella confusione, gli esperti contattati di norma cercano di tagliar corto proponendo le loro soluzioni, basandosi sull’esperienza e sull’intuito, ma non è affatto detto che alla fine il cliente sia soddisfatto. Purtroppo, infatti, le conseguenze di un primo caotico incontro possono essere molto fastidiose per tutti:

• sono necessari altri incontri solo per chiarire la situazione
attenzione: se il primo incontro di solito è gratuito, non è detto lo siano anche quelli successivi…

• bisogna modificare e/o aggiungere cose a cui prima non si era pensato
questo tipo di richieste sono quasi sempre malviste dalle web agency, perché possono far perdere parecchio tempo (per quanto al cliente possano sembrare semplici aggiustamenti di poco conto) e quindi imporre una ricontrattazione del progetto

• alcune funzionalità del sito rimangono inutilizzate
come non ricordare le famigerate “news” risalenti al giurassico che ancora si vedono in taluni siti…

• è necessario rivedere alcune finalità
a che pro mettere in piedi un e-shop se poi alla fine non si è in grado di spedire la merce? (nota: purtroppo, questo non è un esempio inventato)

Che fare, dunque, tra la decisione di aprire un sito web e la telefonata alla sofware house, per evitare tutto ciò?

Regola uno: idee chiare

progetto-sito-web-idee-chiareChiedetevi perché volete un sito web: non è una domanda scontata, anzi, è la madre di tutte le domande, e attenzione che “perché ce l’hanno tutti”, “perché è di moda”, “perché bisogna!”, ecc. sono tutte risposte sbagliate.

E se non riuscite a trovare una motivazione chiara e razionale, lasciate perdere: evidentemente non avete bisogno di un sito…


Regola due: idee precise

Un sito web aziendale non è un gadget, è un vero e proprio progetto.

progetto-sito-web-idee-preciseE se non è strettamente necessario fare un business plan a regola d’arte, è comunque essenziale che la questione sia affrontata seriamente e col dovuto impegno. E’ per questo che dopo aver fissato gli obiettivi rispondendo alla domanda perché?, è il momento di pensare alle strategie chiedendosi come intendete raggiungerli.

Tralasciate gli aspetti prettamente tecnici e grafici, e concentratevi su quelli funzionali, soprattutto dal punto di vista degli utilizzatori: in questa fase non importa decidere il tipo di database o il colore del background, è importante specificare quali funzionalità ritenete siano necessarie per gli scopi prefissati.

Prendetevi il disturbo di analizzare a fondo ciò che vi serve, ipotizzando tutte le varie possibili situazioni: più nel dettaglio riuscite a scendere, più sarà evidente cosa volete a chi vi ascolta.
Ricordate: l’approssimazione è fonte di confusione ed incomprensione.

Regola tre: idee concrete

progetto-sito-web-idee-concreteFissate il budget massimo per il sito web, e dividetelo per due: quella è più o meno la cifra che intendete spendere per costruire il sito. Sforzatevi di comunicarlo prima dell’incontro, e siate certi che risparmierete eventuali perdite di tempo sia a voi che a chi avete contattato: per farvi un’idea, immaginate di entrare in una concessionaria di auto, di farvi illustrare le vetture in esposizione, provarle, discuterne, ed infine rivelare che non intendete spendere più di mille euro… il tempo è denaro, iniziate risparmiando sulle discussioni inutili.

Se non vi siete ancora chiesti chi gestirà il sito web (scrivere i contenuti, le traduzioni, inserire gli articoli, ecc.), i rapporti con i clienti (scrivere le email, rispondere al telefono, ecc.) e tutte le altre attività legate al web (volete un negozio online? un blog?), fatelo subito! Vi aiuterà a capire quanto inaspettatamente complesso può diventare il meccanismo.

E attenzione: l’altra metà del budget non va dimenticata, servirà in seguito per il marketing e la pubblicità.
Una volta che le vostre idee saranno chiare, precise e concrete, chiamate la web agency per fissare l’incontro.
Sorprendeteli mostrando l’analisi del progetto che avete fatto per il sito web, e quindi ascoltate le loro proposte.

Alla fine avrete fatto solo il primo passo, ma sarete partiti col piede giusto!


Altri articoli sull’argomento come creare un sito web
» A Comprehensive Website Planning Guide
» Planning a usable website: A three-step guide

Caricando...