Non usare più i cartelloni pubblicitari

Negli anni ’90 le attività avevano ben poche opportunità di pubblicizzare il loro business: cartelloni stradali,emittenti televisive, radio, riviste e giornali o il passaparola.

Oggi la situazione è completamente cambiata! Le opzioni per pubblicizzare la propria attività sono molte e il numero dei tuoi concorrenti in rete dall’altra parte del mondo è aumentato.

I Business Vanno Dove Vanno I Clienti

È questa una regola d’oro che assume ancora più valore nella nuova era digitale. Con l’avvento degli e-commerce, dai più piccoli ai giganti come Amazon, la realtà della maggior parte dei business non può più limitarsi alla comunità che li circonda.

Se vuoi vendere oggi devi andare dove sono i clienti!

I Clienti Sono Online

Tutti, o quasi, conosciamo ed utilizziamo le onnipresenti piattaforme social. Per intrattenimento, informazioni, dialogo, lavoro o shopping.

Un utente medio spende oltre un’ora al giorno sulle diverse piattaforme social e gli utenti medi sono tantissimi: (dati fine 2018)

Come è possibile sfruttare questa grande opportunità?

Alcune aziende si sono rese conto delle opportunità che la rete internet offre, ma spesso pensano che con alcuni post casuali su Facebook o Instagram il fatturato aumenterà automaticamente. Altre aziende, probabilmente destinate all’estinzione, non investono nel digitale perché lo considerano una perdita di tempo, altre ancora hanno un sito web graficamente bello ma assolutamente inutile dal punto di vista del business.

Le attività, qualsiasi esse siano, devono smettere di pensare che il digitale sia inutile e devono iniziare ad attivare la loro organizzazione per rendere l’uso del web un’attività primaria per la promozione, il marketing e le vendite.

Per sfruttare appieno il web marketing le aziende devono invesire nella formazione interna sull’uso dei nuovi media, vanno stabiliti budget adeguati per le campagne di web marketing.

Le aziende devono comprendere che per fare business con i nuovi media è necessario programmare l’utilizzo del digitale come un processo continuativo di comunicazione.

Non è possibile utilizzare strumenti nuovi con tattiche vecchie. Non si prende il marketing tradizionale e lo si trasforma in web marketing o social media marketing sperando che dia gli stessi risultati.

L’errore più comune è non rendersi conto che il mercato non è in crisi ma è radicalmente mutato, il mercato è diventato globale, la concorrenza non ha più confini. Solo pochi anni fa nessuno avrebbe immaginato che colossi come Nokia, Polaroid, Blockbuster, Tower Records, Kodak e molti altri sarebbero praticamente sparite dal mercato.

La capacità delle aziende di reagire prontamente ed efficacemente alle mutazione dei mercati è fondementale per la loro sopravvivenza. Guardare al web come uno strumento poco utile rende le attività a rischio di estinzione. Le domande sono quasi sempre le stesse:

  • investo in un sito web?
  • serve veramente il web marketing?
  • creo un blog?

Mentre voi decidete se usare o non usare Internet, nel mercato ci sono imprenditori che investono pesantemente nel web e conquistano anche il vostro mercato.
Oggi bastano due click per perdere un cliente, parafrasando una famosa pubblicità “No Internet No Business!“.

Con Internet è irrilevante la posizione territoriale, chiunque oggi può acquistare una bicicletta nel negozio sotto caasa od in uno a 1000 km di distanza.

Se il vostro investimento sul web non da risultati non è colpa di Internet!
Informatevi, formatevi, rivolgetevi a professionisti preparati, ripensate a ciò che state facendo e vedrete che i risultati arrivano.

Ricordatevi che oggi la tendenza è fare affari con le persone e non con le aziende. Il nuovo digital marketing si fonda sul racconto di storie, su prodotti straordinari, su azioni etiche, su servizi personalizzati.

Va pensato un nuovo modello organizzativo che sfrutti gli enormi vantaggi offerti dagli strumenti digitali come:

il web marketing

e

il social marketing.